3 oktober 2014, DAI GRECI AI NORMANNI, Lezing

Vrijdagavond 3 oktober 2014, 20.00 uur in het AG, Parklaan 93, 5613 BC Eindhoven
Marc Permeke.

 

Marc Permeke:

 

"Mi piacerebbe condividere la mia conoscenza della Sicilia con i soci della Dante Alighieri. Nella mia conferenza ‘Dai Greci ai Normanni’ ho inquadrato lo sviluppo storico e culturale dalla colonizzazione greca fino alla Monarchia Sicula dei Normanni (12/13 secolo). Con la ‘visita virtuale’ ai resti e monumenti di questi popoli e delle loro culture l'ascoltatore si rende conto delle potenzialità turistiche della Sicilia. Un'opportunità unica per arrivare a concretizzare una visita reale all'isola".

" Nella presentazione spiego le ragioni della colonizzazione greca della Sicilia e l’invidia della terra madre la Grecia. Tante legende mitologiche si svolgono sul territorio siciliano come l’incontro d’Ulisse e Polifemo e la storia di Demetra e Persefone. Inoltre scopriamo i grandiosi monumenti greci come templi dorici, teatri ed arie sacre a Siracusa (Orecchio di Dionisio), Agrigento, Selinunte e Segesta.

 Successivamente i Romani hanno conquistato la Sicilia ma per altri motivi. L’isola veniva considerata ‘il granaio di Roma’. Il culmine della loro presenza è senz’altro la Villa del Casale di Piazza Armerina con i suoi famosi mosaici (3.500 m²).

Nel nono secolo l’arrivo dei Saraceni con l’introduzzione di tanti prodotti agricoli ha cambiato molto la fisionomia della terra siciliana. Ancora oggi per esempio si nota la presenza araba nei famosi dolci siciliani. Prova la squisita Cassata siciliana o la Frutta di Martorana. Nelle città siciliane l’influenza araba è anche rintracciabile negli edifici costruiti dai Normanni.

Nel 1071 la Sicilia venne liberata da un’armata cristiana normanna guidato da Ruggero d’Altavilla e venne stabilito il Regno di Sicilia. La combinazione della cultura araba, normanna e bizantina è unica nel mondo. La Capella Palatina nel Palazzo dei Normanni a Palermo e il Duomo di Monreale, riccamente decorato da splendidi mosaici bizantini, sono testimoni di questa fusione culturale.

Insomma la Sicilia offre una richezza culturale splendida che vale la pena di essere conosciuta".

 

Marc Permeke si presenta:

 

Per vari motivi sono molto legato all’Italia. Dopo un soggiorno a Roma (1974-1977), ho vissuto a Taormina dal 1980 fino al 1984 lavorando come guida turistica per gite culturali in tutta la Sicilia. Al ritorno in Olanda ho approfondito la mia conoscenza storica e culturale della Sicilia seguendo il corso a tempo parziale di Storia dell’Arte all’Università di Leiden.

Dal 1989 fino al pensionamento (giugno 2012) ho lavorato come professore nel dipartimento Tourism Management Studies al NHTV (Ned.Hogeschool voor Toerisme en Vrijetijdsbesteding) Breda University of Applied Sciences. Le mie specializzazioni erano fra l’altro il turismo culturale, la storia dell’arte, la guida professionale e oganizzazione di molti viaggi di studio.

 

Taal: Italiaans/ zonodig met uitleg in het Nederlands

Introducés: € 5,--

 

DanteNieuws | 263
Dante Collegamenti
Dante italia blogspot italilibro corriere della sera rai tv